Canale di informazione Sport e Spettacolo - Riprese video professionali, Riprese Video, interviste, eventi, servizi audio visivi

Pisa: prima edizione del premio I-Care premiati 4 agenti della Polizia di Stato per “azioni eroiche”

La Misericordia di Pisa nel 2020 compie 690 anni, siamo nati nel 1330. Siamo tra le istituzioni più antiche della città di Pisa, e tra le Misericordie più longeve della Toscana e d’Italia.

Domenica 27 ottobre alle ore 10.30, hanno avuto inizio ufficialmente le celebrazioni l’evento, per noi molto importante, e crediamo  lo debba essere anche per la città di Pisa. Siamo da ormai sette secoli portatori di valori di solidarietà, altruismo, generosità, attenzione agli ultimi e di valori Cristiani agiti ogni giorno attraverso le Opere di Misericordia di cui ci facciamo carico.

©Edoardo Govoni

Abbiamo trovato, nel “ Quotidiano Il Tirreno” e nel suo vicecapo redattore Cristiano Marcacci, una naturale collaborazione, nel costruire un percorso che restituisca attenzione a quei  valori, e a chi, di quei  valori oggi si fa ancora carico in prima persona.

Perché I CARE

In questi anni abbiamo sentito parlare quasi sempre della crisi economica, finanziaria, dei problemi sociali , ma raramente , i media, ognuno di noi  si è soffermato a riflettere  su una crisi più sottile, meno evidente ma che subiamo ogni giorno, tanto quanto quella economica ,  ovvero la crisi dei valori, dell’etica,  della morale.

Abbiamo voluto riprendere il motto di Don Milani, perché riteniamo che oggi sia necessario, molto più di quanto non lo fosse negli anni 50 e 60, prendersi  cura del prossimo. Un prendersi cura che equivale ad assumersi la responsabilità verso la nostra città, prendersi cura del nostro vicino, del nostro quartiere, dei nostri familiari. Siamo troppo concentrati sull’io e poco o nulla sul noi.

“I Care” rappresenta l’impegno quotidiano che dovremo mettere nel sostenere, alimentare, valorizzare il “ bene comune”, intenso come qualcosa di cui siamo parte e non di cui facciamo parte.

Nasce cosi  “I Care” e insieme a “ Il Tirreno” abbiamo individuato una serie di notizie, dove i protagonisti non si erano resi responsabili di azioni criminose ,ma di gesti di solidarietà, ”azioni eroiche”, anche se i nostri eroi della porta accanto non sono dotati di poteri speciali ma sono ancora capaci di atti di generosità e disponibilità gratuita verso gli altri, di essere ancora umani.

Questo riconoscimento non vuole essere fine a se stesso, ma ha l’ambizione di voler crescere e migliorare, la prima edizione di una lunga serie.

©Edoardo Govoni

Abbiamo il dovere morale di provare a invertire questa tendenza all’impoverimento valoriale,  rivalutando persone e non solo ,che in questi valori ci credono ancora, e possiamo farlo dando  alle nuove generazioni  dei punti di riferimento solidi, “dei buoni esempi” a cui guardare,  affinché  il sacrificarsi per il prossimo  torni  ad essere, anche per i nostri giovani, un valore aggiunto.

Le notizie che abbiamo individuato sono 

Gli agenti di Polizia Alessandra  Carletti e Fabrizio Voleri che sono intervenuti tempestivamente salvando una donna colpita da ictus.

L’agente Francesco Locci che ha mantenuto la calma salvando  un padre che volava suicidarsi

L’agente Leonardo Paternesi che fuori servizio ha salvato la vita di una donna a cui si erano staccati i dispositivi medici

Davide Meoli il cui intervento rischioso ha sventato un furto

Stefania Mazzucchi di team deri che permette ai malati terminali di vivere un sogno e realizzare dei desideri da “ persone normali”

La cagnolona Morgana del gruppo cinofili della Misericordia di Crespina che ha salvato la vita a una persona dispersa nel bosco

L’infermiera Alessandra Cortesi che ha salvato da una violenza personale la sua vicina di casa

Il Dottor Virgilio Di Legge che con una manovra da film americano ha riportato in vita una donna infartuata

Il Golden Retrivier Pablo della scuola italiani cani salvataggio  di Firenze che ha salvato un bimbo a marina di Vecchiano

I carabinieri Petri e Romano intervenuti in un incendio in un abitazione e salvando un anziano signore

I carabinieri Iossa e Camuto che salvarono la vita ad una donna finita sott’acqua  nel sottopasso di Cascina

©Foto Edoardo Govini

Tutti i diritti sono riservati ©Copyright All Right Reserved
http://www.webtvstudios.it

Vi aspettiamo sulla pagina Facebook!

► Facebook : https://www.facebook.com/webtvstudios
► Instagram: https://www.instagram.com/webtvstudios
► Twitter: https://twitter.com/webtvstudios
► Sito: http://www.webtvstudios.it

WEB TV STUDIOS

Canale di Informazione Sport e Spettacolo – News https://www.facebook.com/webtvstudios http://www.webtvstudios.it

Welcome!

This is popup preview that you can fill with any content you want.

The plugin include some shortcodes, you can read more about them at the bottom of this page. The main 3 sections to configure the popup are:

Appearance: Where you edit the look and feel of the popup.
Display Rules: Here you choose on which page to display the popup (Set to all by default)
Display options: Some important settings about the plugin, being the more important trigger action.